L’importanza dei dati nelle strategie commerciali di Food Marketing

Le strategie commerciali sono importantissime nel Food Marketing

Ecco perché l’utilizzo dei dati è fondamentale per le strategie di marketing nel settore del cibo.

In un settore importante come quello del Food, i dati sono una fonte di informazioni irrinunciabile per le aziende che vi operano all’interno, non solo per determinare le decisioni inerenti ai prodotti sui quali puntare ma soprattutto per definire campagne pubblicitarie vincenti.

Non importa che tu operi all’interno di questo settore come produttore, come venditore o come ristoratore: quando si tratta di proporre il cibo alle persone, ci sono tanti aspetti da considerare e da tenere costantemente sotto controllo, specie in un momento storico come questo, in cui le esigenze e le priorità delle persone possono cambiare da un momento all’altro.

Vuoi sapere qual è il modo migliore per agire con la massima consapevolezza ed evitare di fare cilecca in quest’ambito?

Continua a leggere.

Food Marketing: cos’è e perché è necessario

Qualsiasi azienda impegnata nella produzione e nella vendita di prodotti alimentari fa costantemente Food Marketing.

Dal piccolo produttore di formaggi che pubblicizza il proprio prodotto sulle reti TV locali alla media impresa attiva nella ristorazione che porta avanti diversi tipi di campagne pubblicitarie, fino ad arrivare alle grandi aziende e alle multinazionali che investono milioni di Euro in pubblicità ogni anno, tutte le realtà attive nella produzione e nella commercializzazione di prodotti alimentari fanno Food Marketing (in un modo o nell’altro).

Il motivo è abbastanza semplice e scontato: per poter vendere il proprio prodotto occorre farlo conoscere alle persone.

Tuttavia, affinché una strategia di Food Marketing possa risultare efficace, non è sufficiente esaltare le qualità dei prodotti e far leva su questa caratteristica per ottenere riscontri positivi sia in termini di vendite che di reputazione del brand.

Nel settore del cibo – come in pochi altri –, oltre a comunicare il valore di ciò che proponi ai tuoi clienti, è fondamentale far leva sulle loro emozioni.

Sai perché?

La stragrande maggioranza delle persone non mangia semplicemente per nutrirsi: quello del pasto è un momento di socializzazione, di esperienze sensoriali e di condivisione, ed è per questo che quando si elabora una strategia comunicativa è importante dare il giusto risalto alla sfera emotiva.

Leggi anche: Data management: cos’è e in che modo i dati online possono aiutare le aziende

Toccare le corde giuste, in questo senso, ti permette di fare colpo sui tuoi potenziali clienti (anche in maniera inconscia) in misura maggiore rispetto ai tuoi concorrenti.

Per far sì che questo accada, ovviamente, è necessario conoscere alla perfezione il target al quale ti rivolgi: le tecniche classiche di analisi di mercato e analisi della concorrenza a cui si faceva ricorso in passato, però, sono ormai obsolete.

Se punti a vendere il tuo prodotto, non è più sufficiente affidarsi a questionari e sondaggi a campione: i primi si rivolgono esclusivamente a chi già conosce la tua azienda e i secondi, oltre a essere inattendibili in virtù della casualità con cui vengono effettuati, rischiano di risultare anacronistici.

Fortunatamente, al giorno d’oggi è possibile sfruttare una gran mole di dati sempre aggiornati e precisi per poter pianificare strategie di Food Marketing efficaci.

Di che dati stiamo parlando?

Ora lo scoprirai…

Strategie di Food Marketing e Big Data: un binomio vincente

Non è un mistero che Internet stia cambiando completamente il mondo.

Il web sta modificando le abitudini delle persone, che sono sempre più propense a fare acquisti online, a esprimere i propri pensieri sui social media, a recensire prodotti e a ricercare soluzioni ai propri problemi.

Tutte queste azioni che le persone compiono sulla rete diventano uno strumento prezioso a disposizione delle aziende. Ad ogni azione, infatti, dal semplice click su una pagina a una ricerca su Google, da un commento sui social a una reazione a un video, corrisponde la generazione di dati online.

Ecco come le ricerche di mercato supportano il Food Marketing

La grande potenza di questi dati consiste nel fatto che sono affidabili e veritieri, in quanto creati dalle persone, e continuamente aggiornati.

I Big Data, opportunamente messi insieme e analizzati, costituiscono un’opportunità enorme da sfruttare per la pianificazione di una strategia di Food Marketing.

Con le giuste competenze e gli strumenti adeguati è possibile procedere a ricerche di mercato dettagliate che considerino un determinato target di clientela e ne svelino i pensieri, i desideri e le esigenze riguardo a un prodotto alimentare.

Allo stesso modo, i Big Data possono essere sfruttati anche per effettuare un’analisi dei competitor atta a conoscere i pregi e i difetti riscontrati dal tuo target di clientela nei prodotti dei tuoi rivali, così come a prendere spunto da campagne di marketing già attive che stanno evidenziando risultati positivi.

Insomma, il fatto che siano i clienti stessi a darti tutto ciò di cui hai bisogno per capire come conquistarli ti mette in una posizione molto vantaggiosa.

Ma l’analisi di questi dati è un’operazione assai complessa, che necessita di competenze particolari e di strumenti molto potenti.

Ti piacerebbe sfruttare una simile possibilità?

La nostra agenzia ricerche di mercato può aiutarti!

Come sfruttare i dati al meglio per elaborare le campagne di marketing

Se il tuo obiettivo è elaborare una strategia di Food Marketing che prenda in considerazione dati certi e aggiornati, il metodo di ricerca e analisi dei Big Data di Central Marketing Intelligence è ciò che potrebbe fare la differenza per la tua azienda.

Un monitoraggio costante e scrupoloso della rete da parte nostra ti garantirebbe una totale consapevolezza di ciò che accade intorno a te e al tuo settore di riferimento.

Nel caso del settore Food, sempre più ricco di novità e di esigenze particolari da parte dei clienti, è particolarmente importante tenere sotto controllo le evoluzioni continue dei mercati e stabilire un contatto con la potenziale clientela mediante lo studio dei dati.

Leggi anche: Marketing strategico e operativo: queste le differenze

Il nostro modo di operare ci porta a ricercare i dati funzionali agli obiettivi del cliente e ad analizzarli in maniera dettagliata per estrapolare tutte le informazioni utili.

Ma non ci limitiamo solo a questo.

Infatti, dopo la fase di studio, procediamo alla stesura di un report in cui includiamo i risultati emersi dalle nostre analisi dei dati e indichiamo una serie di azioni pratiche utili al perseguimento dei risultati ambiti dal cliente.

In conclusione

Se vuoi fare Food Marketing in maniera intelligente, non affidarti al caso.

Rivolgiti ai professionisti dei Big Data.

Contattaci subito per una consulenza gratuita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per scopi tecnici, analitici, statistici, di profilazione e di remarketing. Se desideri maggiori informazioni e vuoi gestire le tue preferenze sui cookie di terze parti, fai clic sul pulsante in basso per leggere le Informazioni sui cookie. Facendo clic sul pulsante "Accetta", acconsenti all'uso dei cookie di terze parti per gli scopi indicati nell'avviso.