Come fare marketing B2B? Ecco ciò che ti serve per partire con il botto!

Come fare marketing B2B

Strategie di marketing B2B: ecco da dove partire per studiare una tattica vincente

Tantissimi imprenditori, tra cui probabilmente anche tu, si chiedono come fare marketing B2B adottando una strategia vincente, in modo da sbaragliare la concorrenza, attrarre clienti sempre più profittevoli e crescere in maniera esponenziale nel mercato.

A nessuno piace fallire, questo è certo! Perciò dovresti concentrarti proprio sui tuoi concorrenti e differenziarti da loro, capire cosa vogliono i tuoi clienti e pianificare come muoverti per fare successo.

A tal proposito hai bisogno di ricerche di mercato che includano l’accurato studio dei dati online e l’analisi dei competitor, in modo che tu possa individuare subito le strategie B2B vincenti (migliorandole) e scartare quelle fallimentari.

Forse ti abbiamo anticipato troppo? È probabile, ma in questo modo hai già un’idea di cosa hai bisogno per fare marketing B2B: dati preziosi, una strategia e consigli utili che ti daremo nelle prossime righe.

1. Come fare Marketing B2B: inizia con il differenziarti da tutti i concorrenti

come fare marketing b2b e analisi della concorrenza

I tuoi concorrenti non sono più nel tuo quartiere o nella tua città: sono ovunque, in tutta Italia e in tutto il mondo, e sono attivi soprattutto online.

Infatti gran parte di loro sa che gli imprenditori potenziali clienti bazzicano sul web come fanno tutti: sono persone in carne e ossa, non più aziende viste come entità astratte!

Per iniziare a fare sul serio dovresti quindi differenziarti dalla concorrenza in modo che i tuoi potenziali clienti possano notarti e scegliere proprio te.

Come fare? Inizia con lo studiare le strategie dei competitor e poi passa allo studio della tua clientela target… ma non affidarti al caso o alle tue intuizioni (che, per quanto geniali, sono pur sempre delle sensazioni). Affidati alle analisi di mercato basate sui dati!

Se vuoi informazioni reali, frutto dell’analisi approfondita del web ed elaborate in report chiari, interattivi e personalizzati, allora puoi rivolgerti subito a noi della CMI.

Ecco, ad esempio, un esempio di report interattivo dedicato all’analisi della concorrenza (puoi cliccare sul link aprirlo sia dai dispositivi mobili che dal pc, ma ti suggeriamo di visionarlo dal computer in modo da poter verificare al meglio come funziona).

Il report, che personalizzeremo in base al tuo mercato target, include dati che riguardano:

  • il traffico ai siti dei concorrenti (sezione che comprende i risultati complessivi, l’andamento delle visite nel tempo, i concorrenti che convogliano più traffico verso i propri siti, le pagine più visitate e molte altre informazioni)
  • la visibilità della concorrenza su Google (sia organica che a pagamento), che comprende perfino i backlink, ovvero i link in entrata verso i siti concorrenti
  • i risultati dei tuoi competitor sui social media, YouTube compreso

Dopo aver svolto un’attenta analisi della concorrenza — e capito quali strategie emulare, migliorandole, e quali invece evitare — è il momento di passare all’analisi dei tuoi potenziali clienti.

Leggi anche: Come acquisire clienti B2B sfruttando il web come risorsa

2. Analizza i tuoi clienti target e capisci chi sono, cosa vogliono e cosa amano

Come ti abbiamo anticipato, i processi decisionali dei tuoi clienti partono online, dove le persone a cui devi puntare iniziano a costruire i propri criteri di valutazione tra le tante alternative disponibili. Che tu lo voglia o no, anche nel B2B funziona in questo modo.

Ecco, ad esempio, i luoghi in cui i tuoi potenziali clienti si preparano a prendere una decisione informata nel loro miglior interesse:

  • forum di settore
  • pagine social
  • blog specializzati
  • gruppi di discussione
  • video su YouTube
  • siti web
  • portali di recensioni
  • magazine online

e chi più ne ha più ne metta.

Sulla base di questa consapevolezza, devi porti alcune domande per arrivare davvero ai clienti giusti e attrarne sempre più.

Dove si trovano online i tuoi potenziali clienti? Quali persone seguono e ritengono autorevoli? Quali canali ha senso presidiare nel tuo caso? 

Le analisi di mercato data based, come quelle che puoi richiedere a noi della CMI, ti aiutano a rispondere a queste e altre domande in modo da capire come intercettare i problemi, i bisogni, le esigenze ma anche le emozioni dei potenziali clienti.

Analizzati i clienti, andiamo verso il terzo step.

3. Capisci dove e quanto investire nel marketing B2B

Da che punto parti rispetto ai concorrenti già presenti? In quanto tempo e a che costo puoi occupare un posto di rilievo all’interno di quel canale?

Per trovare queste ed altre fondamentali risposte, devi partire da un’analisi dell’arena competitiva in modo da avere ben chiaro dove e quanto ti conviene investire (e a cosa dare priorità).

Chiediti come distribuisci il budget tra:

  • Campagne Paid: Search, Display, Social
  • SEO
  • Digital PR
  • Content marketing e Social
  • Newsletter

Ha senso farlo? Quel canale può aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi, nel tempo e con il budget che hai a disposizione? Qual è il ROI prevedibile basandoti sul tuo budget?

roi e marketing b2b

Grazie alle ricerche di mercato fondate sullo studio dei dati tutto ti sarà chiaro: saprai ottimizzare il tuo budget così da evitare di sprecare tempo e denaro inutilmente.

Leggi anche: Ricerca aziende per codice ATECO: uno strumento fondamentale per la tua strategia B2B

4. E i media? Non dimentichiamoci di loro!

Tutti i giorni parliamo con aziende che hanno investito decine di migliaia di euro in marketing online con scarsi risultati.

La maggior parte di loro ha una causa comune: la fretta di partire, di essere presenti su questo o quel social, di voler ottenere risultati velocemente.

Questo è il modo perfetto per NON ottenere risultati.

Oggi online c’è sempre meno spazio, la competizione è aumentata, i costi pubblicitari si sono moltiplicati negli ultimi 5 anni. Il rischio di investire budget e regalare soldi ai big come Google, Facebook e Instagram è altissimo.

Non fare anche tu lo stesso errore.

Identificato il giusto target a cui veicolare le tue attività di marketing, le strategie della tua concorrenza e ottimizzato il tuo budget, chiediti quali siano i giusti media da utilizzare per attirare i clienti.

Non solo: oltre ai canali, devi capire quale sia il formato preferito dalle tue buyer personas (video, audio, testo, immagini, whitepaper?) e il giorno e l’orario più indicati per pubblicare quel tipo di contenuto.

Anche in questo caso puoi scoprirlo grazie alle ricerche di mercato online, ad esempio con il nostro report interattivo sulla concorrenza!

Conclusioni finali

Ora sai quali sono i punti principali del marketing B2B, quindi da dove partire per fare successo nel tuo mercato di riferimento.

Hai a disposizione tutti gli strumenti per mettere in pratica un’eccellente strategia?

Se non hai richiesto una o più indagini di mercato basate sui dati… allora no, non hai ancora tutto ciò di cui ha bisogno il tuo business.

Noi della Central Marketing Intelligence abbiamo tre soluzioni per te: ricerche di mercato complete, Academy CMI (un percorso di formazione sulle analisi di mercato dedicato a te e ai tuoi dipendenti) oppure i nuovi report di mercato interattivi, che ti danno soluzioni immediate ai tuoi problemi.

Contattaci pure e ti aiuteremo a capire quale soluzione sia maggiormente adatta ai tuoi obiettivi! Siamo qui per aiutare te e la tua azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per scopi tecnici, analitici, statistici, di profilazione e di remarketing. Se desideri maggiori informazioni e vuoi gestire le tue preferenze sui cookie di terze parti, fai clic sul pulsante in basso per leggere le Informazioni sui cookie. Facendo clic sul pulsante "Accetta", acconsenti all'uso dei cookie di terze parti per gli scopi indicati nell'avviso.