Un’agenzia di marketing stava partecipando a una gara per un brand dell’alta moda italiana.

Prima di pianificare la strategia, ci ha contattati per avere le idee più chiare sui punti di forza e debolezza del brand. Conoscendo meglio l’azienda per cui competeva, avrebbe potuto fare una proposta migliore e soprattutto basare la strategia proposta su dati solidi.

Le domande che ci ha posto sono state:

  • Quanto era effettivamente visibile il brand?
  • Le persone ne parlavano online o no? E in che zone del mondo?
  • Cosa dicevano le persone del brand e qual era il sentiment?

Si è trattato proprio di un’indagine della reputazione standard, portata a termine con strumenti di ascolto della rete.

I risultati dell’indagine hanno aiutato l’agenzia a conoscere meglio il brand e sono stati la base del brainstorming creativo. Inoltre, aggiungere i risultati nel pitch di gara è stato un punto in più a loro favore!