Le strategie di web marketing NON funzionano (se non parti dai dati)

strategie di web marketing non funzionano senza i dati

Pensi che il marketing digitale non funzioni? Allora non sei mai partito dal social listening!

Più del 72% delle aziende non si ritiene soddisfatta dei risultati ottenuti dagli investimenti in marketing digitale.

Sono fermamente convinte che le strategie di web marketing non funzionino e del tutto sfiduciate sulla possibilità di poter migliorare i propri risultati online.

Sono rimaste scottate troppe volte: dopo averle provate tutte, dopo aver buttato migliaia e migliaia di euro per seguire il “guru” di turno che prometteva soluzioni miracolose, non ne vogliono più sapere.

Anche tu, molto probabilmente, sei arrivato a questo punto… Ma hai ancora un barlume di speranza e vorresti procedere in autonomia, cercando ispirazione su Google per adottare le migliori strategie di web marketing.

Ecco, ti dò subito una cattiva notizia: non funzionerà. Anche stavolta sprecherai il tuo denaro, e anche stavolta il tuo ROI sarà insoddisfacente.

Sai perché? Perché oggi i consumatori sono persone che consumano prodotti e servizi, ma anche creatori attivi dell’informazione. Non se ne stanno più placidi ad ascoltare, ma voglio essere protagonisti, partecipare, intervenire, far sentire la propria opinione ed ESSERE ASCOLTATI.

E, se vuoi adottare una strategia di marketing di successo, devi esaudire questo bisogno di ascolto, mettendo a punto opportune ricerche di mercato fondate sul social listening!

Che cos’è il social listening e perché, senza di esso, le strategie di web marketing non funzionano?

Il marketing online non funziona perché continua ad essere “MARKETING” e a voler imporre un messaggio.

Marketing = parlare, inviare messaggi, fare campagne. Non può funzionare in un mondo dove è più importante ascoltare, ricevere feedback, migliorarsi!

I grandi strateghi della comunicazione, i guru, continuano tutti a scervellarsi sul MESSAGGIO e sulla STRATEGIA.

Tutti focalizzati su cose come:

  • la creatività del messaggio,
  • l’incisività della strategia,
  • l’ottimizzazione delle campagne di pubblicità online.

Cose molto interessanti, ma che fanno dei tuoi investimenti nel web marketing un vero e proprio gioco d’azzardo.

Punti tutte le tue fiches su quella che ti sembra la mano vincente e poi fai tutti i gesti scaramantici che conosci, sperando di ottenere qualcosa.

imprenditore che spera che le campagne di web marketing convertano

In realtà, oggi a vincere è chi riesce ad ascoltare tutti i messaggi e a capire come fare per calarsi nella conversazione. E che quando lancia un messaggio, tiene le orecchie bene aperte per recepire immediatamente tutte le RISPOSTE, non solo in termini di like, click, CPC, vendite etc., ma in termini di contenuti, informazioni e feedback.

Il segreto è tutto qui: imparare ad ascoltare. Perché nell’era di Internet, il marketing senza ascolto non funziona.

Ed è proprio così che troviamo la nostra ancora di salvezza, il social listening (in italiano “Ascolto della rete”), l’insieme delle azioni e degli strumenti volti a captare e raccogliere articoli, conversazioni, post pubblicati online.

Quest’attività di ascolto riesce ad acchiappare tutte le informazioni che possono rendersi utili per un’azienda. La tua azienda.

Ottieni dati sul tuo mercato di riferimento, i tuoi concorrenti e, naturalmente, i tuoi clienti target, con le loro esigenze e opinioni fondamentali per le tue strategie di web marketing!

A seconda del tuo obiettivo, della tua domanda o delle informazioni che cerchi puoi trovare la risposta che ti serve, risolvere problemi o evitare spiacevoli inconvenienti.

Leggi anche: Strategia di Business: perché non puoi più fare a meno della Marketing Intelligence

I vantaggi dell’ascolto della rete come pilastro di una strategia di marketing online

Ok, ma perché basarsi proprio sul web listening? Perché non lasciar perdere una volta per tutte il marketing su Facebook, Google e sulle altre piattaforme?

Perché, se fatta con consapevolezza, l’advertising online fa veramente crescere la tua azienda. Ti consente davvero di investire nel modo ideale il tuo budget destinato alla pubblicità e ti fa salutare i tuoi competitor come Beep Beep saluta Willy il Coyote sbeffeggiandolo e doppiandolo in pochi secondi.

Tutto questo è possibile se ascolti ciò che dicono i tuoi clienti!

Infatti, grazie all’ascolto della rete:

  • Impari a conoscere il tuo pubblico. Per “conoscere i clienti” intendo capire realmente chi è il tuo pubblico, cosa gli interessa, di cosa parla, che problemi ha, cosa gli piace del tuo prodotti. Non attraverso questionari, sondaggi e brainstorming. Ma attraverso l’ascolto delle cose che le persone pensano e dicono in modo spontaneo, condividendole online sui social network, i forum, i blog e così via!
  • Ricevi feedback, GRATIS. Le persone parlano della tua azienda senza chiederti niente in cambio! Il minimo che puoi fare è ascoltare queste opinioni e farne tesoro per tarare in corsa le tue strategie di marketing, evitando di buttare i tuoi soldi. Inoltre scoprirai anche come migliorare prodotti e servizi.
  • Ottimizzi la tua strategia di web marketing. Se ascolti e conosci i tuoi clienti, non vai più a tentoni. Perché anche puoi avere il team di marketing migliore possibile e affidarti alla più importante agenzia d’Italia… Ma se i tuoi consulenti non camminano nelle scarpe dei tuoi clienti e non riescono a pensare come loro, potranno solamente procedere a tentoni.
  • Eviti di mandare il messaggio sbagliato e, di conseguenza…
  • Ti scansi dalle crisi di reputazione! Oggi non sapere cosa succede non è solo uno svantaggio, ma è PERICOLOSO: rischi di veder rovinato tutto ciò per cui hai lavorato per anni per una crisi di reputazione che diventa un putiferio. Prevenire è meglio che curare.
  • Cogli i cambiamenti del mercato. Mentre il guru del marketing continua a fare il suo brainstorming, intorno a lui succede di tutto… E quel tutto fa la differenza per poter fare la mossa giusta!
  • Sei sempre un passo avanti la tua concorrenza. Puoi spiare le strategie dei tuoi concorrenti e intercettare tutte le volte in cui le persone parlano di loro senza che se ne accorgano… Così ottieni ulteriori feedback su prodotti simili ai tuoi, utilissimi per capire meglio i tuoi clienti e sfruttare a tuo vantaggio i punti di debolezza dei competitor!

Ma vediamo un ultimo vantaggio del social listening, spesso trascurato ma in realtà fondamentale per capire se stiamo andando nella direzione giusta.

Con l’ascolto della rete puoi capire se le tue strategie di web marketing stiano funzionando o siano un flop.

strategia di web marketing che fallisce senza il social listening

Prima ti ho detto che normalmente nel marketing i risultati delle campagne si valutano attraverso i like, le visualizzazioni, i click e – dove possibile – le vendite dirette.

Manca però una parte di risultati importantissimi, che il 99% dei marketer dimentica.

Quando fai una campagna, sia su Internet che sugli altri canali, speri che le persone la vedano e che inizino a parlarne, giusto?

Se ne parlano online, ecco che ancora una volta… Le puoi ascoltare! Puoi valutare quanto ne stanno parlando, come, su che canali, cosa dicono e così via. E se nessuno ne parla, anche quello è un feedback!

Puoi finalmente chiudere il cerchio, mettendo insieme i tuoi dati sul ritorno interno, e le informazioni esterne che altrimenti perderesti.

Leggi anche: Marketing e Ricerche di Mercato: senza i Dati sprechi il 60% del tuo budget

La scelta non è SE ascoltare o meno, ma QUANDO iniziare a farlo.

Prima o poi dovrai farlo, perché questo modo di raccogliere informazioni sul mercato e di utilizzare l’enorme big-database del web è ormai realtà.

La scelta è se essere tra i primi a farlo, che avranno il vantaggio iniziale di ascoltare quando ancora la propria concorrenza non sa di cosa si tratta… O se doverti adeguare per ultimo quando ormai non ci saranno alternative.

A questo punto immagino che avrai una domanda in testa: “Se ascoltare è così importante, perché nessuno me ne ha parlato prima?”.

È un’ottima domanda e fai benissimo a chiedertelo. Se nessuno ne parla, vorrà dire che è una cosa poco importante, no?

E invece il problema è un altro.

Anche a me, queste cose non le ha insegnate nessuno. Le ho “scoperte” se così si può dire, perché non ne potevo più di vedere meravigliose strategie di marketing fallire.

Quando un’azienda con cui lavoravo mi diceva la fatidica frase “Il web marketing non funziona”, restavo letteralmente senza parole. Non sapevo cosa rispondere per dimostrargli che non era vero.

Al tempo era verissimo, purtroppo!

Per darti un’idea, quando dovevamo lanciare una campagna marketing per un cliente, ci chiudevamo in una stanza a scervellarci su quale fosse il pubblico target e cosa volesse. Spesso in settori che non conoscevamo per niente.

Sapevo che non poteva essere quella la strada giusta, lo sentivo di pancia! E così avevo due alternative: cambiare lavoro e darmi all’ippica oppure trovare una soluzione.

Non ti annoio con il racconto di quanto ho studiato per scoprire che la soluzione era semplicissima e ce la suggerisce la Natura: l’essere umano ha UNA bocca e DUE orecchie perché dobbiamo ascoltare il doppio di quanto parliamo!

E così ho lasciato il mondo del marketing per entrare in quello del cosiddetto “listening”, o ascolto, perché per ascoltare nel modo giusto si deve essere focalizzati e specializzati in quello.

Mettimi alla prova, testa che ciò che ti sto dicendo è vero e che può aiutarti in modo concreto.

Contattami subito per una consulenza e ti dirò come poter crescere con il tuo business semplicemente ascoltando i tuoi clienti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per scopi tecnici, analitici, statistici, di profilazione e di remarketing. Se desideri maggiori informazioni e vuoi gestire le tue preferenze sui cookie di terze parti, fai clic sul pulsante in basso per leggere le Informazioni sui cookie. Facendo clic sul pulsante "Accetta", acconsenti all'uso dei cookie di terze parti per gli scopi indicati nell'avviso.