sport e big data

Big Data e Sport, la rivoluzione per chi vuole vincere (in campo… e nel suo settore!)

I dati in ambito sportivo consentono di migliorare le performance degli sportivi di alto livello. E per le aziende?

 

Adesso che il lavoro assorbe la maggior parte del tuo tempo è difficile fare sport, vero? Magari ti sarai iscritto in palestra per mantenerti un po’ in forma e, se sei bravo, ci andrai in maniera abbastanza regolare.

Ma scommetto che anche tu hai praticato dello sport. Dico bene?

Perché te lo chiedo e perché questa insolita premessa che – apparentemente -non c’entra molto col mondo dei big data?

Cosa c’entrano Big Data e Sport?

Perché se hai praticato qualsiasi disciplina sportiva sarà capitato anche a te di allenarti duramente per migliorare o di fare tutto il possibile per cercare di anticipare o contrastare efficacemente il tuo avversario. Tanto negli sport di squadra come calcio, basket o pallavolo quanto in quelli one to one come il tennis o in quelli contro il tempo come il molte discipline di atletica.

E se potessi migliorare le tue performance al massimo e conoscere il tuo avversario ai raggi X? La buona notizia è che si può fare. E che nel mondo dello sport sono tantissime le squadre e i coach che si servono di sistemi di tracciamento e analisi dei dati perché quello tra sport e big data è un tema più che mai attuale (e lo sarà sempre di più).

Dagli osservatori alle spie fino alla Rete

Solo venti o trent’anni fa bisognava passare le ore davanti ad un televisore e guardare ore e ore di registrazioni in vhs per comprendere i propri errori e studiare i propri avversari. O peggio ancora inviare “emissari” irriconoscibili a spiare gli allenamenti degli avversari.

Ma perché lanciarsi in queste pratiche lunghe, scorrette e per giunta poco affidabili quando tutte (tutte) le informazioni di cui hai bisogno ci sono già? Anzi, probabilmente ce ne sono molte più di quante tu ne possa immaginare…

Tennis, basket e… qualsiasi altra disciplina sportiva

Già da diversi anni esistono statistiche aggiornate in tempo reale che ci svelano molto di qualsiasi squadra o atleta, definendo chiaramente quali sono i suoi punti di forza e punti deboli. Pensiamo solo ad una partita di tennis vista ai raggi x con la percentuale di palline divisa per il punto esatto di rimbalzo. Un giocatore che la osservi attentamente avrebbe la piena percezione del gioco dell’avversario e, osservando la sua “scheda”, capirebbe anche dove e come può essere lui stesso a migliorare il proprio gioco.

sport e big data tracker ibm

Restiamo sul tennis. Oggi più che mai la chiave per vincere un match sta nel servizio e nella risposta al servizio. Sapere quante volte il mio avversario, da destra e da sinistra, cerca angoli interni o esterni, significherebbe prendersi un vantaggio davvero enorme!

E i grandi campioni del calibro di Roger Federer, Novak Djokovic e Rafa Nadal studiano i propri avversari nei minimi dettagli.

Non è un segreto, l’astro emergente Alexander Zverev lo ha dichiarato al The Telegraph solo qualche mese fa: “Tutti i migliori stanno usando l’analisi dei dati, anche se a loro non piace parlarne. Io li uso molto. Adesso è una parte importante del gioco. Mi ha aiutato con i piani di gioco e la preparazione contro singoli avversari”.

Se siete appassionati di tennis, quando avete finito questo articolo, leggetevi questo pezzo “Why Federer knew to lose the tennis match of the century”. Perché Federer sapeva di perdere il match del secolo, riferito ovviamente alla finale di Wimbledon 2019 contro Djokovic.

 

sport e big data tennis federer djokovic

 

O pensiamo ad un allenatore di basket che, potendo consultare questi dati in tempo reale, potrebbe alla fine di un quarto o durante un time out consigliare ad ognuno dei propri giocatori la posizione congeniale a ciascuno da cui tirare per fare canestro.

Ad esempio in questi grafici qui sotto ed elaborati nell’ambito del progetto BDSports, grazie ai dati raccolti durante la partita è possibile vedere da quale punto del campo un giocatore riesce a fare canestro con più successo e in quanto tempo. L’allenatore può quindi scegliere gli esercizi mirati più adatti per ogni singolo giocatore, aiutandolo a migliorare notevolmente le performance.

 

Big Data basket

Immagini cortesia di Paola Zuccolotto, docente di Statistica e responsabile del progetto BDSports, Università degli Studi di Brescia

 

Sport e Big Data: il Manchester City di Pep Guardiola

Gli esempi di sport e big data sono tanti. Uno su tutti? Quello del Manchester City di Pep Guardiola, una delle squadre di calcio più forti del mondo che (non da ieri) utilizza i big data. Basta dare un’occhiata in Rete per scoprire che, nel 2016, il tecnico catalano ha voluto una hackathon, ovvero una gara internazionale per individuare collaboratori in grado di suggerire come rendere più efficace la sua nuova squadra attraverso lo sviluppo di modelli matematici su misura.

 

SPORT E BIG DATA MANCHESTER CITY GUARDIOLA

 

Un contest vinto tra l’altro da un team italiano che ha dovuto trasformare una mole di oltre 5 milioni di numeri, quelli delle ultime dieci partite del City, in informazioni utili elaborando statistiche in grado di prevedere quali giocatori possono essere più funzionali per affrontare un match, in base alle loro caratteristiche tecniche e tattiche.

Un modello utile per la capacità di esaminare la propria squadra e quella avversaria, ma anche in ottica di nuovi acquisti per simulare l’inserimento di un giocatore in un determinato contesto tattico. Chi volesse approfondire questo argomento può anche guardare la serie “Manchester City All or Nothing” disponibile su Amazon Prime Video.

E per le aziende?

Terminati i consigli di lettura, di visione e questi scenari suggestivi ti è venuta voglia di infilarti la t-shirt, i pantaloncini corti e darti alla carriera sportiva? Beh, lo scopo dell’articolo non era questo.

Ovviamente scherzo. Ma il punto è che il mondo dello sport sta entrando da protagonista nella quarta rivoluzione industriale. Prima e meglio di tante aziende. Imprese che, paradossalmente, avrebbero a disposizione una mole di dati infinitamente superiore rispetto a quella della maggior parte delle società sportive ma che, detta in modo brutale, non sa che farsene.

E pensare che fra trend, statistiche, ricerche online e strumenti di valutazione dei siti (o delle app) della concorrenza il vantaggio competitivo che si può trarre è potenzialmente enorme. Ci sono informazioni che ci consentirebbero di scavare un gap incolmabile ai danni dei nostri competitor diretti. Un po’ come sapere da che parte un attaccante tirerà un rigore, tanto per restare in tema sportivo.

Già, perché se in altri articoli precedenti ci siamo concentrati sulla capacità dei big data di definire e raffinare al massimo il target di riferimento della nostra azienda, l’applicazione sportiva dei dati è la dimostrazione di quanto spiare (o se non ti piace questo termine, diciamo conoscere) i tuoi concorrenti possa aiutarti a superarli.

 

Dati per vincere: veloci, performanti, reali

Partiamo da un dato: cosa pensano i clienti della mia azienda? E di quella dei miei competitors? Ma la vera rivoluzione verso il successo è che una volta ottenuta questa informazione abbiamo l’occasione di scoprire perché si è definita una situazione di questo tipo sul mercato e, quindi, quali sono le armi a nostra disposizione e le azioni migliori che possiamo intraprendere per invertire un trend negativo o rafforzare la nostra leadership.

Per riuscirci, ogni azienda ha bisogno di dati:

1) In tempo reale. Per anticipare i cambiamenti, sempre più veloci, nei mercati

2) Continui. Una rilevazione va effettuata nel tempo per comprendere i nuovi trend e le evoluzioni del settore

3) Spontanei e reali. Le informazioni non devono essere manipolate e/o filtrate ma devono rappresentare ciò che pensano davvero clienti e/o concorrenti.

Ed è la stessa cosa che avviene nello sport, perché per gli atleti i dati sono decisivi nel momento in cui sono:

1) Aggiornati in tempo reale in ogni fase della prestazione

2) Nel tempo, per mostrare l’evoluzione delle performance

3) Reali, che si creano in base alle prestazioni degli atleti

I dati che hanno queste caratteristiche sono quelli che si possono raccogliere grazie al Web, i cosiddetti Big Data online. Solo grazie a questi dati ti sarà possibile comprendere davvero, e a fondo, le ragioni di un successo o di un insuccesso commerciale.

 

Fare goal, anche nel business, non è un colpo di fortuna.

Raramente un brand o un prodotto scavalca i propri competitors in maniera improvvisa. Questo sorpasso è frutto di strategie e trend che iniziano da lontano ma che sono difficili da individuare ed è per questo che i concorrenti non riescono ad arginare questa crescita e si trovano a prendere decisioni critiche a posteriori o in condizioni quasi di emergenza, spesso quindi inefficaci.

Il successo si costruisce giorno dopo giorno e i Big Data, nelle aziende come nello sport, ci danno la straordinaria occasione di intercettare trend, nuovi bisogni e altre situazioni apparentemente “invisibili”. Ma quantomai decisive.

Se vuoi capire ancora meglio come i manager di successo utilizzano i Big Data online per far crescere le proprie aziende e perché sono fondamentali, a questo link trovi un video che lo spiega in modo chiaro: “Video: Ciò che ogni manager dovrebbe conoscere sui Big Data online”.

E ricorda: come diceva Omero: “Bisogna essere i migliori e superare gli altri”.

Agente 007

Agente segreto del web, indago il web per trovare le informazioni che servono alle aziende per avere successo. Credo nel potere della tecnologia di portare la nostra società un passo avanti e di superare ogni giorno i nostri limiti.

No Comments

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3Lmdvb2dsZS5jb20vbWFwcy9lbWJlZD9wYj0hMW0xOCExbTEyITFtMyExZDYwNDQuMjc1NjM3NDU2ODA1ITJkLTczLjk4MzQ2MzY4MzI1MjA0ITNkNDAuNzU4OTkzNDExNDc4NTMhMm0zITFmMCEyZjAhM2YwITNtMiExaTEwMjQhMmk3NjghNGYxMy4xITNtMyExbTIhMXMweDAlM0EweDU1MTk0ZWM1YTFhZTA3MmUhMnNUaW1lcytTcXVhcmUhNWUwITNtMiExc2VuITJzITR2MTM5MjkwMTMxODQ2MSIgd2lkdGg9IjEwMCUiIGhlaWdodD0iMTAwJSIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6MCI+PC9pZnJhbWU+
CONTACT US
COMPANY NAME
221, Mount Olimpus, Rheasilvia, Mars
Solar System, Milky Way Galaxy
+1 (999) 999-99-99
Thank You. We will contact you as soon as possible.
Oggi le tue strategie di marketing e business sono più a rischio che mai.
Non si tratta di falso allarmismo: sai bene anche tu quanto il web sia una bomba a orologeria! Scarica la guida gratuita e scopri come puoi rendere le tue strategie a prova di bomba.
La tua email aziendale
Accetto l’informativa sul trattamento dei dati personali (disponibile al link: http://bit.ly/CMI-IDP)
Inviami altre guide, casi studio e la newsletter CMI
GUIDA GRATUITA: I 5 rischi che portano al fallimento le tue strategie di marketing e business
Nuovi concorrenti dall'altra parte del mondo, crisi di reputazione e chi più ne ha più ne metta. Scarica la guida e scopri come metterti al sicuro!
Inserisci la tua email aziendale:
Accetto l’informativa sul trattamento dei dati personali disponibile al link: bit.ly/cmi-informativa
Inviami altre guide, casi studio e la newsletter CMI
INFORMATIVA art. 13 D.lgs 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali”.
I dati inseriti nel presente form ed ogni altra informazione inviata, saranno trattati esclusivamente per fornirle risposte e chiarimenti, contattandola anche direttamente via mail o telefono. Tutti i dati contraddistinti dall’asterisco sono obbligatori. Gli altri sono facoltativi. Tali dati saranno conservati per finalità statistiche o di backup. I dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei è titolare dei diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali”.
LEGISLATIVE DECREE art. 13 D.Lgs 196/03 “Personal Data Protection Code”.
The data entered in this form and any other information sent will only be processed to provide answers and clarifications by contacting you directly by email or telephone. All the details with the asterisk are compulsory, while the others are optional. Such data will be retained for statistical or backup purposes. Data will not be disclosed to third parties, nor disseminated. You are entitled to the rights provided by art. 7 of Legislative Decree 196/03 "Code on the protection of personal data".
Aspetta! Vuoi scoprire le INTUIZIONI AZIONABILI che possono aiutarti a far crescere il tuo business?
Scarica subito l'ebook gratuito:
La tua email aziendale
* Accetto l’informativa sul trattamento dei dati personali (disponibile al link: http://bit.ly/CMI-IDP)
Inviami altre guide, offerte, casi studio e la newsletter CMI
Vuoi scoprire le 5 INTUIZIONI AZIONABILI dai Big Data online per far crescere il tuo business?
Scrivi la tua email e scarica subito la GUIDA GRATUITA!
Inserisci la tua email aziendale:
* Accetto l’informativa sul trattamento dei dati personali disponibile al link: bit.ly/cmi-informativa
Inviami altre guide, offerte, casi studio e la newsletter CMI